#atorredisolaideeaperte, 62 giorni di idee per la tua estate!

Un’idea esclusiva per i fan della pagina Facebook Atorredisola. Da domani sabato 1 luglio fino al 31 agosto, ogni giorno un post con idee per l’estate: viaggi per l’Italia, per il mondo o anche dietro l’angolo e poi arte, cultura, curiosità.

Tutti i post di “idee per l’estate” saranno preceduti dall’hashtag #atorredisolaideeaperte e quindi li riconoscerete molto facilmente. Potrete condividerli sul vostro profilo, cliccare per andarvi a leggere quello che vi suggeriamo, parlarne con i vostri familiari ed amici o… seguire i nostri consigli e partire subito!

L’idea #atorredisolaideeperte nasce per tutti i fan della nostra pagina “atorredisola”. E se non siete fan della pagina “atorredisola”?

Cercatela su Facebook, cliccate MI PIACE e… il gioco è fatto!

Buona estate

Stefano Spairani

Le Dolomiti e il tramonto: senso di pace, profumo di rose

Perdonerete l’assenza e sarete d’accordo nel dire che ne è valsa la pena. Un viaggio, vale sempre la pena. Soprattutto se diventa vacanza e ti sa cullare e accarezzare risvegliando quei sensi assopiti dallo stress e dalle mille corse di ogni giorno.

Colori, profumi, sapori, distese di prati a perdita d’occhio, piccole chiese dai campanili rossi che spuntano all’improvviso dietro ad una curva e lì, ad un tratto, la roccia che si innalza come a voler toccare il cielo e che ti porta ad un passo da Dio.

Mi permetto di invitarvi sulle Dolomiti, in Trentino Alto Adige: in Val di Fiemme, in Val di Fassa, in Val di Non, fino al più lontano Tirolo e alla Val Pusteria, con i suoi panorami immensi che abbiamo avuto più volte l’occasione di ammirare in note serie televisive.

Oggi, la mia passione per la lettura e la cultura si tinge di quell’amore per la natura e per i viaggi che mi contraddistingue da sempre.

Le Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità tutelato dall’Unesco, non sono fatte solo di bellissimi panorami da fotografare, ma sono ricche testimoni di cultura antica, quella tramandata di generazione in generazione nei lavori in legno fatti a mano, oppure nelle gustosissime ricette piene di sapori genuini oppure ancora nelle sue incantevoli leggende.

Per esempio, tutti sanno che le vette di queste meravigliose montagne al tramonto si tingono di un incomparabile colore rosa; è uno strano riflesso luminoso che dura pochi minuti e che improvvisamente si spegne. Nemmeno le macchine fotografiche ne sanno immortalare l’immensa bellezza al momento giusto.

La leggenda del “Giardino delle rose”, il “Rosengarten”, narra del regno di Laurino, sovrano del popolo dei Nani, in un’epoca lontana dove non esistevano guerre e la montagna non era fatta di roccia, ma interamente ricoperta di rose rosse. Un giorno, re Laurino si innamorò della figlia di un sovrano vicino e ricevendo il rifiuto da parte dello stesso alla sua proposta di nozze, fece rapire la donna e la portò nel suo regno.

I guerrieri dell’altro popolo si misero in marcia e trovarono presto la montagna ricoperta di rose. Le parti cercarono di trattare, le alleanze si alternarono a tradimenti e a durissime battaglie, fino alla sconfitta di re Laurino, confinato nella prigione di quello che era stato il suo regno.

In una notte di inverno, però, riuscì a fuggire. Visse come un fuggiasco fino alla morte.

Poco prima di lasciare la terra, guardò con odio la distesa di rose che era stata il simbolo del suo regno, proprio al di sopra dei boschi, e la maledì: “Le rose mi hanno tradito; se quegli uomini non le avessero viste non avrebbero scoperto il mio regno; le trasformerò in pietra, l’incantesimo non avrà mai fine, né di giorno né di notte”.

Laurino però si dimenticò del crepuscolo, che non è giorno e non è notte.

A quell’ora le rose tornano a rivelarsi e a tingere di rosa le pareti immense delle montagne. In quel momento gli abitanti dei monti escono dalle loro case e ammirano quel paesaggio incantato, andando con la memoria ai tempi passati quando non esistevano guerre ed ingiustizie. E quando il Rosengarten si spegne e le punte di pietra diventano di nuovo fredde e lucide, gli uomini tornano nelle loro abitazioni, e con l’anima gonfia di nostalgia attendono il prossimo tramonto.

Buon viaggio, se ci andrete, di cuore, di mente, di spirito!

Laura Clerici

La “virtuosa” Amministrazione Veronesi non conosce COP21: oltre 5 mila km all’anno per i residenti di via Pagani – (terza puntata)

Riprendiamo ancora l’antico detto: “Questa terra non ci è stata lasciata in eredità dai nostri padri, l’abbiamo ricevuta in prestito dai nostri figli.

Leggi tutto “La “virtuosa” Amministrazione Veronesi non conosce COP21: oltre 5 mila km all’anno per i residenti di via Pagani – (terza puntata)”

La “virtuosa” Amministrazione Veronesi non conosce COP21: un totale di oltre 10 mila km in più all’anno per i residenti di via Indipendenza, Ticino e Cascina Morelli – (seconda puntata)

Non dimentichiamo l’antico detto: “Questa terra non ci è stata lasciata in eredità dai nostri padri, l’abbiamo ricevuta in prestito dai nostri figli.
e COP21, la Conferenza  delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici…

Leggi tutto “La “virtuosa” Amministrazione Veronesi non conosce COP21: un totale di oltre 10 mila km in più all’anno per i residenti di via Indipendenza, Ticino e Cascina Morelli – (seconda puntata)”

La “virtuosa” Amministrazione Veronesi non conosce COP21: 35% di inquinamento in più a causa del senso unico – (prima puntata)

Un antico detto recita: “Questa terra non ci è stata lasciata in eredità dai nostri padri, l’abbiamo ricevuta in prestito dai nostri figli.
COP21, la Conferenza  delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici…

Leggi tutto “La “virtuosa” Amministrazione Veronesi non conosce COP21: 35% di inquinamento in più a causa del senso unico – (prima puntata)”

Pavia delle Meraviglie

Ricordiamo a tutti l’ appuntamento di domenica 25 giugno.

Il Touring Club Italiano organizza, nell’ambito della manifestazione “Pavia delle Meraviglie”, la visita guidata a  Villa Botta Adorno.
Le visite, in gruppi di 40 persone, inizieranno alle 14,30.
L’appuntamento è a Torre d’Isola Piazza Libertà 3.

E’ raccomandata la prenotazione via mail all’indirizzo
apertipervoipavia@gmail.com

Vi aspettiamo numerosi.
Club di Territorio di Pavia