FICCALO! Lo scrive il Comune ai Cittadini.

Sul sito del Comune, spicca un invito ai Cittadini: FICCALO! (un mozzicone nel cestino). L’eleganza del termine è tipico della casa e della considerazione che  questa Amministrazione ha dei suoi Cittadini. Ovvio che non bisogna inquinare, altrettanto ovvio che i cestini ci devono essere e che i cattivi esempi non devono venire dal Comune.

Leggi tutto “FICCALO! Lo scrive il Comune ai Cittadini.”

Il fallimento dell’introduzione dell’ORSO, che ne sarà del LUPO nel Parco del Ticino?

La maggior parte di noi ha appreso con gioia l’avvistamento di un lupo nel Parco del Ticino. Vogliamo fare un’analisi più obiettiva, rispetto ai facili entusiasmi trasmessi dagli enti interessati? La storia dell’Orso in Trentino era iniziata con lo stesso entusiasmo ed è finita poi in un fallimento.
A beneficio del Lupo, possiamo trarre qualche insegnamento da questo recente fallimento?

Leggi tutto “Il fallimento dell’introduzione dell’ORSO, che ne sarà del LUPO nel Parco del Ticino?”

Gli ALBERI devono essere innaffiati, non l’ASFALTO!

E’ oramai usuale, per chi passa al mattino in via Indipendenza, rotatoria che porta al Campo da Calcio, imbattersi in un’ampia pozza d’acqua sull’asfalto. Chi alza lo sguardo vede invece alberi che stanno seccando perché non innaffiati a sufficienza. Il Comune ha fatto confusione: invece di innaffiare gli alberi, innaffia  l’asfalto.

Leggi tutto “Gli ALBERI devono essere innaffiati, non l’ASFALTO!”

White Pocket creato e colorato dal fuoco, modellato dall’acqua e dal vento #atorredisolaideeperte

Per chi ama i deserti dell’Ovest degli Stati Uniti, ecco un posto incantevole, fuori dalle rotte turistiche. Si trova nel parco del Vermilion Cliffs, nord Arizona, in un’area ricca di bellezze naturali sconosciute alla maggior parte dei turisti.

Leggi tutto “White Pocket creato e colorato dal fuoco, modellato dall’acqua e dal vento #atorredisolaideeperte”

Maledetto Libero Arbitrio #atorredisolaideeperte

 

Questa volta gioco un po’ in casa.

Nel senso che vi propongo la lettura di un bel genere fantasy la cui autrice è amica mia da tempo.
Debora De Lorenzi è una quasi mia coetanea (quando stiamo insieme, ci piace dire che rispetto a me, lei ha un anno in più e un centimetro di altezza in più…) e scrive dal 2009 le sue avvincenti trame gotico / fantasy / mystic contemporanee; in realtà si tratta di un genere che non amo particolarmente ma che si fa leggere perchè lei intanto scrive bene… inoltre il suo è un fantasy sempre molto attuale e moderno nel linguaggio e nelle situazioni.

“Maledetto libero arbitrio” è accattivante già nel titolo… quante volte arriviamo a maledire le scelte che liberamente abbiamo fatto e che sotto sotto avremmo preferito che qualcun altro avesse fatto per noi?
Purtroppo o per fortuna, siamo solo noi i fautori del nostro destino e in questa storia la giovane protagonista Vittoria si trova a dover scegliere tra il Bene e il Male. La sua esistenza dal di fuori sembra felice e appagata, ma a lei in realtà molte delle sue certezze vanno strette.

“Chi sogna uragani non può vivere di rugiada…”

… questo le diceva suo padre, la cui morte improvvisa la getterà in un abisso di depressione e rabbia.
La sua è una storia di caduta e rinascita, intrecciata in una città bellissima – Firenze – descritta nei suoi monumenti e nelle sue piazze come se ci fossimo catapultati dentro, con la compagnia di personaggi misteriosi e affascinanti.

“… A volte i propositi sono buoni, e altre volte no! In parte siamo noi a suggerirti la strada da percorrere. Sei abbastanza intelligente da intuire da sola chi di noi ti sta suggerendo cosa. Funziona così: il Cielo e l’altra parte del cielo”. E mi indicò se stesso e l’altro”.

“Mi concessi uno sguardo d’insieme per stabilire la situazione: sedevo al tavolo di un bar con un angelo e un demone, in un altro spazio temporale, e loro stavano per fare colazione insieme a me. Tra l’altro, cosa non proprio trascurabile, si stavano contendendo la mia anima. La mia anima! E guarda un po’ la faccenda si stava facendo fin troppo seria. Fuor di dubbio affascinante, ma troppo seria. Mi riconobbi stanca di giocare.”

Un altro motivo per leggere questo romanzo? “Maledetto libero arbitrio” ha meritato la famosa “menzione d’onore” al Concorso Letterario Nazionale Artisti per Peppino Impastato!

“Cos’altro potrei aggiungere?
Nulla. La mia storia è finita e se vorrete credervi o meno, a questo punto, è solo affar vostro!”

Ciao, Debora!

Laura Clerici

Visitare le Cave di Marmo di Carrara, in un paesaggio bianco abbagliante #atorredisolaideeperte

   La visita delle Cave di Marmo di Carrara, un orgoglio Italiano, è possibile, accompagnati da Tour Operator. Si può arrivare alle cave a Cielo Aperto più alte o a quelle in grotta e osservare da vicino l’attività di estrazione. Gli enormi mezzi meccanici delle cave, colorati di giallo e di nero, contrastano con il bianco abbagliante, il colore del Marmo di Carrara.

Leggi tutto “Visitare le Cave di Marmo di Carrara, in un paesaggio bianco abbagliante #atorredisolaideeperte”