LE INTRAMONTABILI “CIME TEMPESTOSE” DI EMILY BRONTE

Si è ricordato in questi giorni il duecentesimo anniversario della nascita di  Emily Bronte, una delle tre famose sorelle scrittrici inglesi (le altre sono Anne e Charlotte), autrice di un solo romanzo, “Cime tempestose”, risalente all’ epoca vittoriana.
Nonostante la giovane età dell’autrice (Emily morì di tubercolosi a soli trent’anni), la sua opera, così intrisa di passioni e sentimenti devastanti, è ormai considerata un vero capolavoro del suo genere.

Personalmente, il mio romanzo storico preferito.

In realtà, infatti, non si può parlare di Cime tempestose solo come di un romanzo d’amore: questo c’è, tormentato e assoluto, ma è una sorta di passione malata che sfocia nell’odio e nel desiderio di vendetta. E’ una vera ossessione più che un sentimento amoroso.

Questa vicenda passionale e drammatica viene narrata attraverso il resoconto che la governante Nelly fa al nuovo proprietario della Tenuta Wuthering Heights (cime tempestose),dove quest’ultimo ha trascorso una notte densa di incubi terribili e dove ha conosciuto il signor Heathcliff. Dal racconto di Nelly si verrà a conoscenza del fatto che Heathcliff era un orfano che venne accolto dal vecchio proprietario della tenuta e che qui si era innamorato di sua figlia Catherine.
Una passione ricambiata che continuerà anche dopo il matrimonio della giovane donna e che spingerà il diabolico Heathcliff ad architettare una vendetta dopo l’altra per distruggere chiunque faccia parte della vita di Catherine.

La trama sembrerebbe banale, ma non è così.

In realtà Heathcliff è una figura dannata e ribelle, mentre Catherine è viziata e capricciosa; il loro amore è ostacolato dalle differenze sociali e questa lontananza forzata li condurrà quasi ad odiarsi, nello stesso modo assoluto in cui si amano.
I due non sono certo personaggi positivi e il loro amore è assolutamente malato, fautore di cattiverie e gelosie terribili.
Una storia d’altri tempi a tinte forti, tra l’altro narrata dall’autrice in modo distaccato e imparziale.

Un’altra caratteristica della storia è quella di svolgersi interamente nelle tenute di Wuthering Heights e Thrushcross Grange (quella dei vicini) e di presentare dunque un’ambientazione quasi soffocante; la storia scorre isolata nel tempo e nello spazio, in mezzo alle “tempeste” dell’animo e ci porta in un lasso di tempo di circa trent’ anni a conoscere tutti i personaggi, legati tra loro oltre che dai sentimenti di odio seminati da Heathcliff, anche dai nomi simili e ripetuti (Catherine Earnshaw, Catherine Linton, Edgar e Isabella Linton, Hindley Earnshaw, Hareton Earnshaw, Heathcliff e per finire Linton Heathcliff!!).

Assolutamente non un “romanzo da ombrellone”, ma un capolavoro di narrazione che saprà stupire per l’intensità dei sentimenti, buoni o cattivi che siano e per l’abbondanza di particolari che l’autrice utilizza nelle descrizioni dei luoghi e degli stili di vita del tempo.

 

Qualche assaggio…

Qui riesco quasi a concepire come un amore possa durare tutta una vita, mentre finora ero assolutamente convinto che nessun amore potesse resistere un anno.

Non posso abbassare lo sguardo su questo pavimento che i suoi lineamenti sono delineati nella pietra. In ogni nuvola, in ogni albero, nell’aria della notte e nell’aspetto di ogni oggetto durante il giorno, io sono circondato dalla sua immagine.

Grazie, Emily!

Laura Clerici

Salutiamo i mondiali di calcio con un bel libro

I Mondiali di calcio sono finiti e pur non essendo stato possibile tifare per la nostra azzurra Italia, è innegabile il fatto che un po’ gli appuntamenti giornalieri con le partite ci mancano…

Leggi tutto “Salutiamo i mondiali di calcio con un bel libro”

Un’ estate sulle tracce dell’assassino…

Un viaggio dalla Svezia di Camilla Lackberg fino alla Napoli di Maurizio De Giovanni e alla Barcellona di Alicia Giménez-Bartlett: dalle isole del nord ai vicoli mediterranei, dalle saporite tapas alla pizza verace, da lussuosi hotel di charme alle piccole case colorate dei pescatori…

Leggi tutto “Un’ estate sulle tracce dell’assassino…”

Il nuovo romanzo di Laura Clerici, sabato prossimo alla Chiesetta di Santa Sofia

Laura Clerici è tornata con una nuova storia. Il suo ultimo romanzo, “La memoria del fuoco”, verrà presentato per la prima volta ai lettori il prossimo sabato 26 maggio, nella romantica cornice della chiesetta di Santa Sofia, alle ore 17.30.

Leggi tutto “Il nuovo romanzo di Laura Clerici, sabato prossimo alla Chiesetta di Santa Sofia”