Un campo polifunzionale?

L’articolo nella foto è apparso nel numero di dicembre 2016 di “Punto di Vista”. Parla della volontà della nostra Amministrazione di realizzare un campo polifunzionale per i nostri giovani e non solo. L’iniziativa ci trova pienamente d’accordo ma abbiamo forti riserve circa la localizzazione e le modalità di gestione.

Autovelox! Toh c’è anche il sale che avevamo visto sparso alla fermata autobus di S. Sofia e sui passaggi pedonali…

La localizzazione sarebbe lo spazio dietro le tribune del campo sportivo per cui lontano dal centro del paese e soprattutto dalle scuole e dall’Oratorio. Non ci sembra la scelta giusta perché non potrà essere utilizzato dalle scuole per la funzione didattica di attività motoria; troppo lontano.
Eppure tutti noi sappiamo che la scuola necessita di una vera palestra e questa struttura non la potrà assolutamente essere.
Le modalità di gestione della struttura saranno poi date in mano a privati, ragion per cui l’uso del campo polifunzionale sarà di fatto a pagamento (il privato non può farlo per beneficienza) perdendo così l’opportunità di fornire veramente a tutti un servizio gratuito o quantomeno poco dispendioso nel caso fosse gestito da associazioni senza fini di lucro.
Leggiamo ancora che inizialmente il campo sarà solo scoperto e verrà fatta la copertura solo quando si troveranno i soldi per coprirlo. Non è che volete raccogliere i fondi con l’uso degli autovelox che vediamo nel cortile del Comune?

Non ci sembra un modo corretto di approcciare la realizzazione di una simile struttura. Al contrario noi pensiamo che dovrebbe essere completa sin dall’inizio sia nella sua progettazione che nella sua copertura economica.
I 72.000 Euro stanziati (che non sono bruscolini) basteranno appena per la realizzazione del campo. Attenzione,basta un solo inverno scoperto per danneggiarla seriamente visti i nostri climi.
Perché non si pensa invece a riqualificare il campo da basket dietro il Comune coprendolo e collegandolo a tutto il plesso scolastico, asilo nido, scuola materna e scuola elementare?
Oggi questo spazio è usato impropriamente solo come posteggio e magazzeno (brutto) a cielo aperto per infrastrutture varie del mercatino.
In questo caso i 72000 Euro sarebbero sufficienti per realizzare la copertura, gli spogliatoi e i passaggi all’interno del plesso scolastico.
Non sarebbero soldi spesi meglio e con un criterio di servizio integrato alle strutture già esistenti? Avremmo così una vera palestra al servizio di tutti, primi fra tutti i nostri bambini.

Prima di procedere, i cittadini hanno diritto di conoscere il piano complessivo del progetto. Il paese ha bisogno di integrare i servizi vicino a quelli che già esistono.
Il centro deve essere riservato ai cittadini e ai servizi. La nostra proposta di viabilità pedonale va in questa direzione, noi vogliamo rendere fruibile ai cittadini l’area centro.
Giardini con panchine e camminamenti che collegano tutti i servizi per i cittadini e per i ragazzi in età scolare. Il senso unico non va in questa direzione, costringe i cittadini a camminare un fretta lungo una brutta strada provinciale e a fare più chilometri per raggiungere in auto il campo polifunzionale.
Se qualcosa deve deve essere spostato fuori, questi sono sono gli spazi tecnici del Comune, i depositi, gli automezzi. Scelta già fatta da altri Comuni.
Quanto spazio, così, per spogliatoi e servizi igienici!