Un fatto di inaudibile gravità.

Il comune di Torre d’Isola applica la censura.
Cancella da Facebook le opinioni di cittadini che esprimono educatamente il proprio pensiero criticando il suo operato.


Ebbene sì. Questo sta accadendo!
Ciò che dico è indiscutibilmente e ampiamente documentato.
Quello che sta accadendo è l’ennesimo atto di vile e inqualificabile prepotenza orchestrata da questa disarmante Amministrazione.
Una strategia autoritaria antidemocratica non quantificabile per la sua potenziale pericolosità.
Questo inqualificabile atteggiamento, che mina i valori democratici del nostro paese, deve essere fermato sul nascere.
Credo che sia doveroso ribellarsi in difesa dei beni più preziosi conquistati dai nostri valorosi avi che hanno dato la loro vita per conquistare libertà, democrazia e libero pensiero.
Difendere la democrazia, anche quando essa può diventare scomoda, è un dovere imprescindibile di tutti noi.
Qui non si parla di estrazione politica. Qui si tratta di bloccare sul nascere una deriva autoritaria antidemocratica.
Ogni cittadino che si riconosce nella nostra repubblica, ha il dovere di ribellarsi con forza e senza remore.
Fermiamo “senza SE e senza MA” questo meschino atteggiamento dittatoriale che solo una mente scellerata e colma di imbecillità può aver partorito.
Spero che le tante persone di buon senso,  principalmente abitanti di Torre d’Isola, ma non solo, possano per quanto di loro competenza intervenire con il massimo della determinazione.
FERMIAMOLI !!!!!!!! FERMATELI !!!!!!

Marco Lapidari