Quando oltre 90.000€ fanno “Senso Unico” ma non “SICUREZZA”

Una breve ripresa video, fatta da una giovane mamma, ci mostra in modo incontestabile come il “Progetto Senso Unico” non si sia curato della sicurezza dei pedoni. Una iniziativa fallita sul suo obiettivo primario: “mettere in sicurezza i pedoni in via Indipendenza”.

All’inizio della ripresa vedrete solo buio. E’ proprio così, come essere sul posto, il video funziona.

Proprio così. La realizzazione del Senso Unico era stata propagandata ai cittadini come necessaria e urgente per mettere in sicurezza i pedoni in via Indipendenza.
La ripresa che vedete, realizzata e commentata in diretta da Antonella Calvaruso, ci mostra che i nostri oltre 90.000€ sono stati spesi per accessori collaterali, per “fa e disfà l’è tut un laurà” e NON PER LA SICUREZZA.
Antonella ha fatto questa ripresa mentre andava a prendere suo figlio all’Asilo Nido, in via Indipendenza a due passi dall’Asilo, non in piena campagna.
Un lungo tratto di via Indipendenza senza illuminazione, un passaggio pedonale non illuminato e non segnalato per la notte. Proprio i rischi che il Senso Unico doveva risolvere.

Questo tratto di via Indipendenza, verso Pavia, è illuminato solo da quel piccolo basso lampioncino da giardino che si vede sulla sinistra e che appare nel video.

Come sopra, via Indipendenza verso Casottole: lampioncino da giardino da un’altra angolazione.

Qui sopra, l’immagine a sinistra mostra che prima del Senso Unico il passaggio pedonale era segnalato da un Semaforo Lampeggiante. A destra vedete com’è ora, dopo il Senso Unico. Il Semaforo Lampeggiante è stato tolto. Proprio per… aumentare la sicurezza dei pedoni.

Sempre a proposito di sicurezza, qui sopra vedete un dettaglio di come sono stati eseguiti i lavori per togliere il Semaforo. Il cavo di alimentazione 220V esce dalla centralina Enel e arriva senza guaina e rovinato dentro il tubo in ferro. Su questo aspetto ci torniamo, c’è ben altro.
Alla faccia della sicurezza fisica ed elettrica, dei lavori ben fatti e dell’estetica! Proprio da Comune tra i primi 10 più ricchi d’Italia. DILETTANTI!

Cari Amministratori, non vorremmo sentirci rispondere che forse ci sarà un mega progetto che ci costerà oltre un milione di nostri € (fonte: il Sindaco) e che secondo noi costerà il doppio, che risolverà qualsiasi problema di illuminazione del territorio e che ci indebiterà per i prossimi vent’anni.
Restate una volta con i piedi per terra: mettete 3 o 4 lampioni e questo sarà risolto subito. Non buttate i nostri soldi, spendeteli dove servono!
Anche le corse Bus per i nostri ragazzi servono, e invece la vostra priorità è mettere pali storti e bruciacchiati soprattutto dove non servono.

Spiegato il contesto, vi lasciamo al video, davvero istruttivo.


Buona visione, ciascuno può toccare con mano quanto sia migliorata la sicurezza per i pedoni. Una cosa è certa: i nostri Amministratori hanno “speso” 90.000€, e non è ancora finita……